IL CAVALLO BARDIGIANO.

bardigiano.jpg

 Stallone bardigiano. (foto Roberto Scolari)

In Lunigiana come nell’appennino Parmense, modenese e reggiano è sempre stata presente nel tempo una varietà di cavalli di montagna che aveva i caratteri di una vera e propria razza: La prima testimonianza scientifica che descriveva minuziosamente questo cavallo è del preside della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Parma Pietro Del Prato. In una relazione del 1864, intitolata “Richiami sulla pastorizia e sull’agricoltura del territorio parmigiano dei prodotti agricoli e degli animali e insieme dè miglioramenti”, osservava come nella zona dell’appennino emiliano fosse allevata una popolazione equina con precise carartteristiche morfologiche che poteva essere definita approssimativamente come una sotto razza della maremmana.  Lo Spigardi (1887) ritiene che questa razza montanara possa discendere dal cavallo belga nella varietà cremonese, importata dai romani. Ma nello stesso tempo osservava anche che i proprietari dei cavalli non hanno mai prestato vera attenzione al mantenimento della razza, ma solo all’interessse economico. Le giumente infatti erano spesso utilizzate per la produzione di muli che valevano il doppio dei cavalli. Numerosi furono nel tempo i tentativi di migliorare le caratteristiche della razza dei cavalli da montagna dell’appennino emiliano. Si ricordano quelli del principe di Bardi Federico Landi nel XVII secolo, della duchessa di Parma Maria Amalia alla fine del XVIII secolo che importarono razze di cavalli pregevoli, ma di cui i documenti storici a disposizione non registrano la provenienza. Nei primi anni del Novecento la provincia di Piacenza organizzò un programma di selezione del cavallo da tiro veloce impostata su una varietà del cavallo belga che ha influito sulla formazione della popolazione equina presente sul territorio. Ma furono tutti tentativi di miglioramento della razza molto estemporanei e non sostenuti da una precisa idea standard. Secondo quanto riferiva “L’Avvenire agricolo” nel 1930, era difficile trovare stalloni maschi che diversamente dalle femmine venivano venduti. E’ a partire da questo periodo che la razza definita in precedenza in vari modi (montanara, bardese ecc.) viene denominata “bardigiana” poichè a Bardi questo cavallo è sempre stato allevato in misura maggiore che nelle altre località.

A Zeri il cavallo bardigiano è molto diffuso e se ne contano oltre duecento esemplari. Il Comune organizza dal 1984 una mostra del cavallo bardigiano in collaborazione con l’associazione nazionale di questa razza che fa registrare un grande richiamo di allevatori e appassionati. Diffusosi in questa parte dell’appennino all’inizio del secolo il bardigiano è stato utilizzato come cavallo tuttofare da carne, da lavoro e da locomozione. oggi la valorizzazione di questa razza è affidata ai cultori del trekking, per il quale è particolarmente adatta per versatilità, equilibrio ed affidabilità. Si può ben dire che il suo futuro è nel recupero della tradizione del cavalcare.

Articolo tratto dalla piccola guida turistica “Zeri, antico crocevia montano”. Edito da Città del Mondo e curato da Natalino Benacci.

8 Responses to “IL CAVALLO BARDIGIANO.”


  1. 1 myclitoris.thumblogger.com ottobre 17, 2012 alle 3:24 am

    Heya! It appears as though we both have a interest for the same thing.

    Your blog, “IL CAVALLO BARDIGIANO. blogzeri” and mine are very similar.
    Have you ever thought of authoring a guest post for a similar blog?

    It is sure to help gain exposure to your blog (my site recieves a lot
    of visitors). If you’re interested, email me at: michelriddick@yahoo.de. Appreciate it

  2. 2 Cary febbraio 3, 2013 alle 9:51 pm

    That is somewhat Offtopic, but i thought you may give me an advice.

    With regards to registering and hosting a domain
    name, I have no idea what I should do. A. Must I register and host at the same place?
    Or B. Should I register my domain name with one company and host it with another?
    I would want to do A, but therein lies my problem.
    I want to register my domain name with NameCheap,
    because I like their prices. However, I don’t want to host my site using them. What would be your solution?

  3. 3 Monika febbraio 5, 2013 alle 4:50 am

    With havin so much content do you ever run into any problems of plagorism or copyright
    infringement? My site has a lot of unique content I’ve either created myself or outsourced but it looks like a lot of it is popping it up all over the internet without my permission. Do you know any solutions to help reduce content from being stolen? I’d definitely appreciate it.

  4. 4 Red Stiletto Heels febbraio 5, 2013 alle 7:52 am

    Heya! I hope you do not mind but I decided to publish your
    weblog: https://blogzeri.wordpress.com/2008/03/07/il-cavallo-bardigiano/ to my internet
    directory. I used, “IL CAVALLO BARDIGIANO. blogzeri” as your website title.
    I hope this is okay with you. If perhaps you’d like me to change the title or perhaps remove it entirely, email me at jessievillalobos@live.de. Thanks.

  5. 5 tas-aircraft.com febbraio 8, 2013 alle 3:00 am

    I run a food prep blog where I share my dishes and secrets that I learn coming from my many years of cooking.
    I try really hard to improve my blog no less than three times
    weekly. I’ve had the blog for around 3 months, which I suppose is a fairly good amount of time. Nevertheless, my blog doesn’t get very many visitors .
    When I look for my posts on Aol, it is certainly challenging for me
    to uncover them. I found your blog on the 1st page of
    DuckDuckGo while i looked for IL CAVALLO BARDIGIANO. blogzeri, for this reason i believe you must be a very skilled, care to share some guidance with
    me?

  6. 7 Leandra marzo 25, 2013 alle 5:18 pm

    Doh! I was domain name shopping at namecheap.com and
    went to type in the domain name: http://blogzeri.
    wordpress.com/2008/03/07/il-cavallo-bardigiano/ and guess who already owns it?
    You did! haha j/k. I was about to purchase this great domain name but
    noticed it was taken so I figured I’d come check it out. Good blog!

  7. 8 slim bikini swimsuit aprile 30, 2013 alle 3:48 am

    Hi, I think your website might be having browser compatibility issues.
    When I look at your blog site in Ie, it looks fine but when opening in Internet Explorer,
    it has some overlapping. I just wanted to give
    you a quick heads up! Other then that, awesome blog!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




zeri-stemma-copia.jpg

Foto Flickr Zeri

DSCN0681

colori d'autunno

DSCN0679

DSCN0677

DSCN0675

Altre foto

Scegli la categoria

Blog Stats

  • 143,894 hits

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: