Video di Montelama su You Tube.

Foto M. Malachina.

Vi segnaliamo il video fatto da Ermano Malachina, instancabile promotore del suo paese natio e messo in rete dal fratello Mauro. Immagini caratteristiche del borgo antico, del paese nelle sue particolarità; riprese della festa patronale che si è tenuta il 20 agosto per celebrare il Santo Patrono: San Bernardo. Ammirevole quest’anno è stato il risorgere delle feste di paese, specialmente nella vallata di Rossano. Le piccole frazioni rinascono durante l’estate con il rientro di persone nate nel luogo, e con l’afflusso di turisti. Ulteriori informazioni e curiosità su Montelama potrete trovarle al sito: www.mauro-montelama.blogspot.com/ A questo indirizzo potete trovare inoltre un video sui Cantamaggio di Rossano, ed uno recentissimo con foto d’epoca titolato “Com’eravamo (gente di Rossano).” Entrambi inseriti su You Tube.

Così ci racconta di Montelama Carlo Caselli nel suo viaggio per la Lunigiana nel 1930:

“Un considerevole giacimento d’arenaria ben stratificata, che, per un fenomeno endogeno, una spinta in un punto laterale, abbia subito un dislocamento in modo da portare alla verticalità tutti gli strati, sui quali poi, in processo di tempo, si è formato un materasso di terreno vegetale, ha dato luogo ad un monte formato di tante lame di pietra d’arenaria, ha originato il monte di Lama. Gli strati centrali, così disposti a lame, hanno meeglio resistito alla degradazione degli agenti atmosferici, e, sopra quelli, in parte denudati di terra, sono state costruite dieci o dodici case, disposte secondo l’asse delle lame, è stato eretto il casale di Monte di Lama o, come meglio trovo scritto, Montelama. Si comprende che per accedervi bisognerà, in qualche punto, arrampicarsi come sopra pareti o lame pietrose verticali, e necessariamente gli abitanti per l’esercizio continuo, devono aquistare caratteri fisici ed anche morali diversi da chi vive sopra un terreno non così accidentato e meno pericoloso. Da ciò l’elemento principale per vedere con la fantasia, negli abitanti di Montelama, degli esseri strani ed additarli capaci di cose non comuni, convinzione che, alimentata da litigi sorti in diversi tempi tra famiglie montelaminesi con altre delle due regioni di Rossano e di Zeri, si è andata diffondendo e radicando in altri tempi, tanto da attribuire a quei poveretti atti di stregoneria. Data l’accidentata posizione su cui sorge il casale, può essere bastato un fatto purchessia mal riferito ed abbia fatto come la goccia d’olio, che s’allarga sempre più col tempo. Nessun occhio maligno, nessun aspetto sinistro e malvagio si può riscontrare nei pochi abitanti, che attendono al lavoro e sono devotissimi del loro santo, davanti alla cui immagine si raccolgono spesso a pregare nell’oratorio da loro fatto fabbricare in fondo all’abitato.”

Tratto dal libro “Lunigiana ignota” di Carlo Caselli. Arnaldo Forni Editore

2 Responses to “Video di Montelama su You Tube.”


  1. 1 Andrea L. Varesi maggio 8, 2009 alle 9:02 am

    Ecco alcune delucidazioni su Monte di Lama:
    Monte di Lama a Rossano nasce come castellaro ligure. Dopo la romanizzazione venne parzialmente abbandonato fino alla fine del III sec. d.C. quando, a seguito di situazioni poco piacevoli per il territorio, i resti del castellaro vennero usati per alloggiare una piccola fortificazione. Con il passare dei secoli la piccola fortificazione, passata di mano dai “Parpòusé” a vari signori locali, divenne un vero e proprio castello che controllava la strada che da Pontremoli conduceva alla Liguria.
    Il castello fu anche sede del potere civile della valle di Rossano, infatti in una carta medicea Montelama viene chiamato “Castello di Rossano”. A Montelama aveva sede un “Palatio Ducale” di nomina imperiale, contenente una biblioteca (perita a fine ottocento); una “camera vescovile”, un “Tribunale” e delle “Prigioni” (utilizzate fino alla seconda guerra Mondiale). Oggi non rimane quasi nulla del castello, in alcune case si possono ancora intravedere antichi stammi fiorentini (scolpiti in occasione dell’occupazione fiorentina nel medioevo, occupazione precedente alla nascita del Granducato), i segni di murature e porte nonchè i resti di tre torri inglobati in alcune case.
    prossimamente alle stampe un libro interamente dedicato a Monte di Lama, scritto da me, montelamese di nascita e di residenza.
    Andrea L. Varesi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




zeri-stemma-copia.jpg

Foto Flickr Zeri

DSCN0681

colori d'autunno

DSCN0679

DSCN0677

DSCN0675

Altre foto

Scegli la categoria

Blog Stats

  • 143,935 hits

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: