Camminata al Passo Due Santi e dintorni.

IMG_20160808_125139

ZUM ZERI – CAPANNA O RIFUGIO COMUNALIA DI ALBARETO – BRUGHIERA MONTE VERGASTRELLI – FORESTA DI BURANO – TORRENTE LECORA – TARGA INCIDENTE AEREO LECORA – MINIERE DI TOMBETO – PASSO FOCETTO – MONTE TECCHIONE VISTA VALLI DI ZERI

Vergastrelli

Una mezz’ora di cammino ci conduce fuori dal bosco sulla grande brughiera del Monte Vergastrelli. Nei pressi della capanna della Comunalia di Albareto (foto) da una fontana sgorga anche in estate un’acqua gelida e abbondante. La brughiera è un ambiente aperto formato da graminacee e ericacee (brugo, erica e mirtilli), punteggiata di ginepri e sorbi. Si prosegue mantenendo la stessa quota su una pista forestale attraverso il Pian di Burano, una foresta di grandi faggi, tra cui un esemplare più che secolare, di grandissime dimensioni (sotto strada, in un punto di leggera discesa).

Torrente lecora

La strada termina bruscamente sopra il corso del Torrente Lecora, un limpido corso d’acqua che in periodi piovosi diventa un torrente impetuoso e turbolento.
Questa località, chiamata Forcelli, è il punto in cui confluiscono numerosi rivi che discendono, a ventaglio, dai versanti circostanti. Nelle acque può capitare di osservare il merlo acquaiolo (foto), l’uccello palombaro.
Sulla riva una targa in marmo ricorda un terribile incidente aereo del 1964 (foto), quando un aereo privato in avaria riuscì ad atterrare senza danni sulla neve alta un metro. Dei due occupanti uno era lievemente ferito; l’altro, illeso, si allontanò per cercare aiuto, ma morì affogato nel torrente. Fu trovato giorni dopo da alcuni pescatori; solo dopo altri giorni di ricerche furono trovati l’aereo e l’altro passeggero, ormai deceduto.
La strada qui si trasforma in un sentiero che si inoltra nel bosco.

Passo del focetto

Una ripida ma breve salita attraverso un bosco di splendidi faggi conduce infine sul crinale, che in questo punto è coperto dal bosco.
Un palo con segnavia ci rammenta che siamo giunti sul percorso di crinale dell’Alta Via dei Monti Liguri (foto).
Da qui sulla destra possiamo dirigerci  verso ovest, diretti  al Gottero; nel caso di maltempo, però, possiamo puntare in direzione opposta, verso il passo dei Due Santi, oppure scendere verso Adelano seguendo l’Alta Via.
Siamo in una zona particolarmente selvaggia dell’Appennino, lontana da strade e insediamenti: non è raro osservare specie animali interessanti, come caprioli, aquila reale, o segni (impronte ed escrementi) del lupo noi abbiamo trovato  vicino ad un faggio il ghiro (foto).

Miniere o gallerie di Tombeto

Monte Tecchione m. 1582

Il percorso completo è di 11 km, il tratto da Zum Zeri al torrente Lecora si sviluppa su strada sterrata e non presenta difficoltà.  La parte restante è adatta a camminatori  esperti.

 

Servizio fotografico (sul lato destro della pagina) e testo a cura di Luigi Pietronave.

0 Responses to “Camminata al Passo Due Santi e dintorni.”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




zeri-stemma-copia.jpg

Foto Flickr Zeri

DSCN0681

colori d'autunno

DSCN0679

DSCN0677

DSCN0675

Altre foto

Scegli la categoria

Blog Stats

  • 143,935 hits

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: